NewsNormativaServiziPiano d’azione della Regione Lombardia sugli acquisti verdi

1 Giugno 2020
street-675224_1920

Giugno 2020

Piano regionale degli acquisti verdi

Nell’ambito della strategia nazionale (PAN GPP) ed europea (…)[1] sugli acquisti verdi la Lombardia ha emanato, nei giorni scorsi, il proprio piano d’azione regionale che si inserisce nella logica del rilancio economico del territorio nell’era post-Covid-19.

Il Piano s’inserisce all’interno dell’attuale Programma Regionale di Sviluppo (PRS) in vigore DCR XI/64 10 luglio 2018 e oggetto di revisione in questo periodo, ma che continuerà a vedere al centro dell’attenzione il tema della sostenibilità ambientale. Questo ancora di più nell’epoca del post Coronavirus, infatti, la possibilità di ridurre i costi di gestione della pubblica amministrazione (efficientamento energetico edifici, incremento smart work,….), oltre a ridurre la pressione sull’ambiente, libererà risorse che potranno esser dedicate alla ripresa.

Il Piano si rivolge sia ai settori dell’Amministrazione regionale in senso stretto sia agli Enti e alle stazioni appaltanti attive sul tutto il territorio della Lombardia. Il Piano rivolge la propria attenzione anche alle imprese con l’ipotesi di linee guida per lo sviluppo di tecnologie innovative. A questo si aggiunge l’importante ruolo della sensibilizzazione, comunicazione, disseminazione verso dipendenti e popolazione sui principi del green public Procurement.

Si struttura in due fasi: la prima a breve periodo – 1 anno; la secondo a medio periodo – 3 anni.

6 obiettivi operativi:

OB 1 Consolidare le competenze sul tema degli acquisti verdi: attività di formazione del personale delle stazioni appaltati e delle imprese per aumentare le competenze delle stazioni appaltanti e delle imprese in grado di innovarsi e realizzare prodotti coerenti con i CAM

OB 2 Predisporre strumenti di supporto all’applicazione degli acquisti verdi nelle PA: definire modalità per fornire assistenza alle stazioni appaltanti nella redazione dei bandi e creare una casistica di buone prassi applicative

OB 3 Promuovere la competitività delle imprese sotto il profilo della sostenibilità ambientale: il Piano prevede azioni di formazione e accompagnamento che mettano le imprese nella condizione di rispondere e soddisfare criteri di selezione utili per l’accesso a forme di finanziamento e incentivo all’innovazione d’impresa.

OB 4 Promuovere l’applicazione dei criteri ambientali nella programmazione e negli strumenti di pianificazione regionali e locali: Il corretto inserimento dei CAM nei bandi di gara, l’applicazione di buone pratiche, la previsione di azioni innovative sotto il profilo ambientale, dovranno essere assunte da Regione Lombardia e dagli Enti locali e territoriali quali condizioni di base anche nell’implementazione delle proprie politiche di sviluppo economico e territoriale, affinché il GPP diventi un principio ispiratore trasversale a tutti i settori.

OB 5 Implementare la comunicazione e la sensibilizzazione verso il territorio e divulgare le buone pratiche di acquisti verdi: è importante che i cittadini siano non solo informati, ma resi consapevoli degli effetti ambientali della spesa pubblica e di ciò che l’Amministrazione può fare per evitarli e ridurli.

OB 6 Incentivare l’adozione di comportamenti sostenibili all’interno degli uffici pubblici: Il green Procurement nasce con l’obiettivo di ridurre il peso ambientale di pratiche ordinarie come l’acquisto di beni e servizi. Agire sulle scelte individuali, incrementando il livello di consapevolezza relativo agli impatti connessi ai comportamenti quotidiani è quindi un passaggio utile alla diffusione della conoscenza dei vantaggi del GPP per poterne implementare l’applicazione a scelte a carattere collettivo

L’attuazione di questi obiettivi passa attraverso lo sviluppo di 4 linee d’azione:

A. LA SOSTENIBILITA’ DEGLI EDIFICI

    • Collegata a OB 6

Attuazione sugli edifici della regione, con possibilità di estendere il modello, successivamente, agli altri enti locali.

  • Diagnosi energetica degli edifici di proprietà della regione
  • Elaborazione Piano di interventi di efficientamento e riduzione dei consumi
  • Definizione opere di compensazione delle emissioni CO2 residue

CAM di riferimento quello sull’edilizia DM 11 ottobre 2017 e quello su illuminazione e riscaldamento edifici Dm 7 marzo 2012.

 

B. LA SOSTENIBILITÀ NELLE ATTIVITÀ DELLE STAZIONI APPALTATI E DELLE IMPRESE

    • Collegata a OB 1, 2, 3, 4

I CAM vigenti sono caratterizzati da livelli di dettaglio tecnico spesso particolarmente elevati e non semplici per tutte le stazioni appaltanti. Questo ha spesso rallentato l’applicazione degli stessi. L’azione mira a determinare percorsi formativi per affrontare questo gap.

  • Definizione di percorsi formativi e aggiornamento sul territorio finalizzati a migliorare aspetti progettuali e gestionali
  • Formazione ai dipendenti del Sistema Regione
  • Organizzazione di un servizio help desk di assistenza sui bandi verdi

Si tratterà di percorsi formativi indirizzati a dipendenti della pubblica amministrazione nell’ottica della redazione dei bandi

CAM di riferimento tutti

 

C. LA SOSTENIBILITA’ NEGLI ASPETTI GESTIONALI

    • Collegata a OB 4, 6

Il ruolo decisivo dei dipendenti la cui sensibilità ambientale deve essere il primo elemento di riferimento.

  • Installazione di erogatori di acqua microfiltrata, raffreddata e addizionata di anidride carbonica e Incrementare la sostenibilità degli eventi e delle iniziative organizzati dalle Pubbliche Amministrazioni
  • Promozione della sostenibilità degli eventi e delle iniziative organizzati e/o promossi da Regione Lombardia, applicando in via sperimentale il redigendo CAM eventi
  • Adozione di materiali di comunicazione e gadget sostenibili

CAM di riferimento: al momento non è stato elaborato per cui Regione Lombardia impiegherà i CAM elaborati all’interno del progetto Life GreenFEST con capofila ANCI Lombardia

Altri CAM:   illuminazione e riscaldamento edifici Dm 7 marzo 2012; carta Dm 4 aprile 2013; cartucce per stampanti Dm 17 ottobre 2019; apparecchiature informatiche per ufficio DM 13 dicembre 2013; ristorazione collettiva DM 10 marzo 2020

 

D. LA SOSTENIBILITA’ DEI COMPORTAMENTI INDIVIDUALI DEI DIPENDENTI

    • Collegata a OB 5, 6

A differenza della precedente linea, le azioni qui previste non sono indirizzate a veicolare comportamenti virtuosi tramite iniziative centralizzate, ma si rivolgono direttamente ai singoli individui tramite azioni di formazione/sensibilizzazione.

  • Predisposizione e diffusione di infografiche sulle pratiche di sostenibilità da adottare all’interno degli uffici pubblici.
  • Realizzazione di attività di formazione interna finalizzata a implementare la sostenibilità dei comportamenti in ufficio (risparmio energetico e idrico, raccolta differenziata, contenimento consumi di carta, minimizzazione stampe, mobilità…).
  • Monitoraggio dei risultati dei comportamenti sostenibili adottati all’interno degli uffici, anche con il supporto di dati quantitativi.
  • Diffusione verso l’esterno, in forma sintetica e comunicativa, dei risultati ottenuti grazie all’applicazione dei comportamenti sostenibili all’interno degli uffici.

 

Le azioni indicate saranno oggetto di specifico monitoraggio.

 

[1] Ma anche internazionale con riferimento agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile di cui il tema degli acquisti verdi rappresenta uno dei filoni di riferimento, in particolare l’obiettivo 12

 

Articolo redatto da Sigeambiente

Regione Lombardia finanzia la formazione
Regione Lombardia finanzia la formazione
Iniziative di finanziamento della Regione Lombardia
DECRETO RILANCIO
DECRETO RILANCIO
Commento di ANCI al decreto rilancio
Sanificazione condizionatori
Sanificazione condizionatori
Come gestire gli impianti di condizionamento al tempo del coronavirus
Formazione personale cantieri edili
Formazione personale cantieri edili
Formazione specifica sui temi ambientali inerenti il settore edile
PATTO DEI SINDACI
PATTO DEI SINDACI
Sondaggio dal Patto dei Sindaci
INQUINAMENTO DELL’ARIA
INQUINAMENTO DELL’ARIA
Rapporto tra Coronavirus e inquinamento atmosferico
VERDE
VERDE
Convegno sui temi della gestione del verde e il suo valore
https://sigeambiente.it/wp-content/uploads/2019/12/logo-emas-footer-h200.jpg

Certificazione EMAS

Leggi la Dichiarazione Ambientale EMAS
di Sigeambiente

I nostri numeri in breve

I nostri PROGETTI

Leggi il curriculum di Sigeambiente

I corsi di Sigeambiente

https://sigeambiente.it/wp-content/uploads/2019/10/logo-sigeambiente-footer-white.png

Via Foro Boario 8/b – 25124 Brescia
Tel. +39 030 0947133
E-mail: info@sigeambiente.it

GDPR – Privacy Policy

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi i contenuti riservati di Sigeambiente